LOGO SIMPATIA

serve come dichiarazione di amicizia! per fare capire a chi hai di fronte che
sei una persona aperta al dialogo, che TI PIACE CONOSCERE GENTE NUOVA, perché facendo nuove
conoscenze allarghi il tuo orizzonte.
È un segnale universale; i tre caratteri <+> si trovano su ogni tastiera di cellulare, tablet o
computer.
Scrivi <+> sul tuo biglietto da visita. Inserisci sempre <+> nell’oggetto delle tue mail.
Fai stampare <+> con un tuo motto sulle tue t-shirt, così ti presenti e magari fai guadagnare
qualche cosa al negozio preferito della tua zona.

IL PROGETTO SIMPATIA

4 marzo 2023

IL PROGETTO SIMPATIA nasce dalla convinzione che la COMUNICAZIONE spontanea e diretta tra le singole persone sia il Principio Attivo in grado di dare vita ad una DIMENSIONE SOCIALE IMPOSTATA SUI CONTATTI UMANI più che sui rapporti di forza. Il Progetto Simpatia propone diversi strumenti a tale fine, in particolare una BACHECA CONTATTI, ovvero un QUADRO LUMINOSO DIGITALE su cui scorrono:

• gli annunci degli abitanti della zona – Esempi: Cerco vicino per accudire alle mie piante durante la mia assenza – La mia anziana mamma vorrebbe trovare una gentile signora che le legga il suo giornale preferito in casa – 50enne cerca coetaneo per andare in palestra insieme – Tuttofare disponibile per lavoretti presso ditte e privati – Chiedo un passaggio a chi si reca a… il giorno G/MM/AA …
•  i riferimenti agli eventi locali (esempio: sabato escursione in comitiva per acquisti a km zero… oppure: incontro del… al…. con il signor… che parlerà di….);
• i cosiddetti banner ad di organizzazioni o professionisti del posto;
•  le auto-presentazioni da parte di inventori, lavoratori autonomi (“self-employed”), imprenditori in cerca di un braccio destro o di un collaboratore con profilo ben preciso…
Tale bacheca potrà essere esposta in tutti i punti del territorio dove le persone si ritrovano per conversare, scambiare idee, interagire, unendo l’utile al dilettevole: bar, biblioteche, condomini, centri culturali o sportivi…
SCOPO: dare VISIBILITÀ a richieste ed offerte di PRESTAZIONI SPECIFICHE (non generiche o semplicemente commerciali). Visibilità a livello locale, ma anche nazionale ed internazionale, poiché le varie bacheche saranno interconnesse elettronicamente, tramite un’apposita RETE SIMPATIA.
Ogni singola bacheca funzionerà sotto il controllo di una ANTENNA SIMPATIA, cioè di una persona disposta ad operare su base puramente volontaria e in grado di fare da “filtro positivo” per gli annunci: accettando solo quelli provenienti da persone fisiche chiaramente individuabili, il cui contenuto e tono sia in linea con gli esempi accennati sopra; respingendo invece le richieste che trovano collocamento nei canali tradizionali, giornali on-line in particolare.

Conquesti semplici accorgimenti e criteri selettivi, le proposte e richieste “banali”, relative a badanti, traslochi, ripetizioni di compiti scolastici ecc. non entreranno nelle Bacheche; né tanto meno gli annunci a sfondo pericoloso o scandalistico.

PRESUPPOSTO TECNICO: Creazione del software (App) per computer, tablet, cellulari, televisori, per il funzionamento delle bacheche e l’interconnessione in rete.

FINANZIAMENTO DELL’OPERAZIONE: la PIATTAFORMA CENTRALE alla guida del progetto prevede di puntare sin dall’inizio sul crowdfunding, cioè finanziamento dalla “base”, con iscrizione della stessa piattaforma come Istituto di Pagamento (IP) presso la Banca d’Italia.

SPONSOR: I contatti al riguardo sono in corso. Dallo sponsor ci si aspetta innanzitutto disponibilità a diffondere l’informativa sul Progetto Simpatia all’interno della propria cerchia relazionale.

Chi ne vuol sapere di più mi può contattare direttamente. Grazie dell’attenzione,

Max, cell. 3884203096, max.ramstein@gmail.co

PIATTAFORMA SIMPATIA

27 marzo 2023

Il sito web Amici Progetto Simpatia sfonda il muro dell’ingombrante riservatezza, che si nasconde nei labirinti del tessuto dialettico.
In effetti, questa piattaforma è una delle pochissime, in cui protagonisti e simpatizzanti figurano con nome e cognome. È sempre frustrante dover scrivere a qualche anonimo info@pincopallino.com, nella speranzosa attesa di trovare, chi sa quando, in fondo al tunnel, l’interlocutore in carne ed ossa, che fa al caso tuo. Pertanto, noi diciamo CHI SIAMO ma aspettiamo reciprocità da parte di chi chiede, propone, interloquisce… Ovviamente un nominativo, presente nei nostri elenchi, ne può chiedere in ogni momento l’immediata cancellazione

ANTIDOTO CRISI

3 aprile 2023

io parlo un po’ con tutti: al bar, in giro, in compagnia… iniziando con una frase banale, qualche battuta un po’ provocatoria; e allora succede spesso che l’interlocutore si metta ad inveire, di solito su un tema ben preciso: lo smartphone… lamentandosi: “Non se ne può più di vedere tutti con gli occhi fissati sul telefonino, adulti, bambini, dappertutto, pure a tavola…”. Purtroppo, è proprio così, il famoso aggeggio spuntato nel 2008 è diventato una fissa. Già da tempo molti lo usavano continuamente, anche in pubblico, per i bisogni della quotidianità, chiamando casa, l’ufficio, ecc. (“vai tu a prendere i bambini a scuola oggi, mi è capitato un impegno urgente…”). Ma ormai guardarlo è diventato un vero e proprio riflesso, oltre che una dipendenza: appena lo schiavo del Cellulare si trova “libero” a casa oppure in giro da qualche parte, ecco che Lo tira fuori… Avete notato?! non si vede più nessuno con il giornale in mano; tanto l’informazione si trova sul telefonino, dicono; ma per il comune dei mortali l’oggettino di cui non si riesce più a fare di meno serve innanzitutto da connettore per giocare a gratta e vinci piuttosto che a scala quaranta: con grande rammarico delle persone vive, comunicative, insomma vere, che hanno bisogno della compagnia diretta con il prossimo (nel senso anche cristiano del termine).

Cosa c’entra tutto questo discorso, specchio di un noto fenomeno accettato passivamente dai più, con la PIATTAFORMA SIMPATIA descritta nel sito web Amici Progetto Simpatia?

C’entra moltissimo nel senso che la nostra è una proposta costruttiva, uno strumento concreto che, con la Bacheca Contatti, fa da ANTIDOTO ad una crisi epocale, dalle molteplici sfaccettature, che sta avvolgendo la nostra civiltà occidentale negli intrecci di un manto d’inerzia. Ma in realtà, paradossalmente (?), si potrà accedere alla Bacheca Contatti anche con lo smartphone, il quale a questo punto, anziché da soporifero, farà da sveglia: grazie al fattore Simpatia e all’aiuto del Buon Dio.

LAVORATORI AUTONOMI

11 aprile 2023

Il lavoratore autonomo, prestatore di servizio o d’opera (self-employed), non può accontentarsi di fare bene il proprio lavoro (come il lavoratore dipendente che sa di poter contare su una “paga” certa e regolare): egli deve continuamente pensare ad avere incarichi a sufficienza, meglio provenienti da più fonti; (“importante non avere una ‘cosa’ sola mi disse un giorno un mio conoscente”); dandosi da fare per allargare la cerchia dei propri clienti o committenti.

Molti lavoratori autonomi non hanno e non avranno mai i mezzi per fare pubblicità su ampia scala. Il passaparola può forse bastare nei tempi di forte crescita economica, non quando tutti cercano di comprimere le spese come attualmente.

Servono nuovi canali, diversi da quelli tradizionali; ad esempio, la BACHECA CONTATTI di cui si parla in un’apposita rubrica di questo sito web AMICI PROGETTO SIMPATIA.

Ma prima ancora serve un’adeguata AUTO-PRESENTAZIONE DI COLUI O COLEI CHE VUOL PROPORSI AL MERCATO. Non il solito cv pensato per chi cerca un lavoro dipendente. Piuttosto la descrizione dell’IDENTITÀ di chi si presenta: PUNTANDO SULLE CARATTERISTICHE SPECIFICHE SOPRATTUTTO PERSONALI, che contraddistinguono l’interessato/a; specialmente sul suo APPROCCIO NEL LAVORO.

Faccio un esempio con Luca Lospinoso, il designer che cura questo sito web. E’ stato lui l’autore delle illustrazioni delle copertine dei libri che ho scritto. Secondo la prassi di molti, per scegliere un marchio, un’immagine, si usa procedere facendo una specie di gara, chiedendo cioè più proposte all’addetto e/o rivolgendosi a più specialisti. Quindi tempi lunghi.

Invece nel nostro caso, Luca ha saputo cogliere subito lo scopo dell’immagine, presentando una sola proposta, l’unica veramente “giusta”, in quanto pienamente aderente al tema dell’opera.

È stato un successo, grazie anche ad una scelta oggettiva (in funzione del prodotto da creare) anziché soggettiva (basata sulle preferenze, per definizione discutibili, di qualcuno).

La persona che desidera usare questo nostro canale NEWS per presentarsi al pubblico, ovviamente nel senso dello spirito del Progetto Simpatia, può tranquillamente sottoporci la sua proposta di testo ed eventuale illustrazione. Se accettata, verrà pubblicata gratuitamente in questa colonna.

TROPPA BUROCRAZIA, MALFUNZIONAMENTO DEL SISTEMA

18 aprile 2023

È QUESTA LA CONSTATAZIONE UNANIME degli operatori che si dibattono nelle maglie del TESSUTO SOCIO-ECONOMICO dei nostri tempi, ma anche di molti comuni mortali alle prese con le incombenze della quotidianità.

Allora, cosa si può fare? come ‘rimediare’?

Prima di rispondere, vorrei citare la parte iniziale di un suggestivo articolo del Professor Dino Cofrancesco, pubblicato martedì scorso, 11 aprile 2023, sulla pagina Piemonte Liguria del quotidiano il Giornale. Eccolo (omissis e grassetti sono miei):
Grande Fratello Digital“
Nel 68 si attribuivano tutte le colpe al ‘sistema’ ma il ‘sistema’ non era un’entità astratta bensì la società capitalistica, con i suoi apparati produttivi, i suoi media, gli enti governativi su cui esercitava il suo potere l’impero del mercato. Oggi il sistema è diventato un’entità impersonale, in cui una burocrazia anonima e irresponsabile celebra i suoi trionfi : con la digitalizzazione, può capitare, così, di vedere la propria domanda di ammissione a un concorso pubblico respinta non per mancanza di titoli adeguati ma per non aver elencato nel modo giusto – ovvero nell’ultimo modo giusto prescritto giacché i criteri cambiano continuamente – quanto richiesto dagli Uffici, poteri misteriosi e irraggiungibili che fanno pensare agli incubi di Franz Kafka. Insomma oggi ‘fanno tutto le macchine’ sicché chi si veda respinta una sua richiesta all’autorità pubblica deve accettare il loro ‘verdetto’ senza neppure il diritto di sapere in cosa ha sbagliato nel compilare il modulo che gli è stato chiesto di riempire … giacché quanto decide la macchina è insindacabile. L’oggettività non riconosciuta alla mente umana viene riconosciuta al suo prodotto ingegneristico

firmato: dino@dinocofrancesco.it Presidente dell’associazione culturale Isaiah Berlin”.

Torno adesso alla domanda di prima: Cosa si può fare per non rimanere impigliato nei tentacoli del Sistema? come uscirne rispettando i crismi della legalità? L’approccio pensato per tutti è questo:

1° sfruttare le potenzialità utili dell’impianto normativo (ce ne sono, specialmente nel campo civilistico, vi faccio riferimento nei miei libri) e
2° usare gli strumenti proposti dal Progetto Simpatia, esposti nel presente sito web Amici Progetto Simpatia.

CICERONE CERCASI

12 giugno 2023

La parola cicerone non si usa più tanto, ma mi piace. Secondo la Treccani fare da Cicerone vuol dire ‘Fare da Guida, per cortesia o amicizia’; io aggiungo: “… per scoprire la bellezza, l’arte, la storia dei luoghi dove si passa”. Ebbene, è questo il programma che ho in mente per i mesi dell’estate che sta per iniziare. Con l’amico Antonio (76enne) che porta la macchina (io 87enne non guido più), l’idea è di scoprire un po’ della nostra Italia, soprattutto centro-meridionale, fuori dai sentieri battuti. Sarebbe simpatico incontrare ogni tanto sul nostro percorso qualcuno disposto a farci conoscere la propria zona, in modo del tutto informale; io non sono un gran viaggatore, ho scritto un libro Ipotesi Simpatia pubblicato due anni fa con Porto Seguro Editore e ne preparo un altro che dovrebbe uscire a ottobre. Invece Antonio, fotografo e scialpinista molto noto di Biella, è stato in giro in tutto il mondo; volendo può presentare agli interlocutori locali qualche suo film dei tempi passati. Ringrazio chi condividerà questo post.

Siamo max.ramstein@gmail.com e antonio.canevarolo@gmail.com.

Proposte commerciali non ne vogliamo.

Buon fine settimana a tutti.

CHE FATICA FARSI ASSUMERE dopo i 50 anni

21 luglio2023

Questo il titolo di un articolo di Il Giornale del 17.07.2023, che cita i numeri degli over45 rimasti senza lavoro in Italia nel 2021:
773mila (il 10%) tra i 45 e i 54 anni
545 mila (il 10.2%) tra i 55 e i 64 anni
“C’è lo stereotipo che l’over50 è un peso e quindi le aziende non lo prendo neanche in considerazione. E non esistono politiche di sostegno dal punto di vista istituzionale” rileva Giuseppe Zafferano, presidente dell’associazione Lavoro over 40.
io dico che manca soprattutto un idoneo ma semplice STRUMENTO OPERATIVO, per favorire i contatti tra i diretti interessati, senza il tramite di intermediari, dando spazio sia alle richieste di imprenditori in cerca di un collaboratore con determinate caratteristiche che alle offerte dei singoli, che si propongono come potenziali collaboratori.
Questo strumento, chiamato Bacheca Contatti, è stato esposto nel mio post Il Progetto Simpatia del 4 marzo scorso. Andate a rileggerlo.
Da allora è stato compiuto un passo avanti fondamentale: è stata individuata la società che, avendo subito compreso lo spirito e la finalità del Progetto Simpatia, è in grado di fornire sia l’hardware che il software, cioè il MEZZO tecnico che renderà lo strumento perfettamente funzionale ai bisogni di una realtà che cambia, anche nel mondo del lavoro.

I MIEI SCRITTI SONO UN INNO ALLA COMUNICAZIONE

tra i singoli, perché essa è il primo passo verso l'avvicinamento al prossimo, con conseguente uscita dal recinto chiuso del proprio ego.

Però, come per tutte le manifestazioni dell’essere umano, anche per la Comunicazione vi sono i livelli di qualità. Ovvero la comunicazione di serie A e quella di serie B.
Mi trovo spesso in meditazione con la radio accesa. Ed ho appena sentito da Spazio Bianco (così mi è sembrato di capire?), che sta arrivando una nuova moda, quella del tatuaggio sui denti!
Il cronista si è dilungato sui i vari aspetti tecnici del fenomeno, concludendo “E va bene così…”, evidentemente convinto di rendere omaggio allo spirito democratico; non accorgendosi invece di essere stato trascinato dai tentacoli della moda fine a stesso, prodotto del tecnicismo consumistico, veicolato dalla noiosa propaganda finalizzata al mero Profit.
Il tatuaggio è una forma di espressione della propria identità, una delle poche a portata dell’Uomo preistorico, giustamente mantenuta poi in determinati ambienti (marinai), ma retrocessa ormai a Comunicazione di serie B nel mondo contemporaneo: di serie B perché banalissima imitazione dell’altrui fare, priva di alcuna delle forme di creatività personale, che contraddistinguono la comunicazione di serie A.